Archivi categoria: Home

Diventare “altro”

G. Cordiano Trasfigurazione, 2011

Il racconto della trasfigurazione è sicuramente un testo molto importante nei Vangeli, presente in tutti i tre sinottici.
Viene inserito dopo il primo annuncio fatto da Gesù della sua passione, morte e risurrezione.

Avviene sul monte, luogo privilegiato secondo gli ebrei, per l’incontro e la manifestazione di Dio. Con Gesù ci sono Pietro, Giovanni e Giacomo.
Luca ci dice che durante la preghiera, quasi ne fosse l’effetto, il volto di Gesù divenne “altro”: è esperienza anche nostra quando guardiamo qualcuno con amore profondo e il nostro volto si trasforma, o quando qualcuno parla di qualcosa di fondamentale per la sua vita e il suo sguardo si illumina.

Continua la lettura di Diventare “altro”

QUARESIMA DI FRATERNITÀ CON I POVERI DELLA THAILANDIA

L’invio in missione in Thailandia come prete “fidei donum” di don Ferdinando Pistore, già parroco di San Giuseppe, a continuare l’opera dell’altro parroco di questa nostra parrocchia, don Pietro Melotto, pongono all’attenzione delle nostre comunità le situazioni di povertà che affliggono questo paese. I nostri consigli pastorali, attraverso l’ufficio missionario della diocesi, hanno stabilito di offrire un aiuto concreto, devolvendo il ricavato della colletta quaresimale “Un pane per amor di Dio”. Di seguito una prima descrizione della missione che ci accingiamo ad aiutare con il frutto delle nostre rinunce.

Continua la lettura di QUARESIMA DI FRATERNITÀ CON I POVERI DELLA THAILANDIA

NESSUNO MI PUÒ GIUDICARE

“Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati”, perché nessuno può prendere il posto di Dio quale giudice delle azioni umane e di quanti ne sono responsabili.

Si faccia attenzione e si comprenda: Gesù non ci chiede di non discernere le azioni, i fatti e i comportamenti, perché senza questo giudizio non si potrebbe distinguere il bene dal male, ma ci chiede di non giudicare le persone. Una persona, infatti, è più grande delle azioni malvagie che compie, perché non possiamo mai conoscere l’altro pienamente, non possiamo misurare fino in fondo la sua responsabilità.

Continua la lettura di NESSUNO MI PUÒ GIUDICARE

Parole brucianti

Nel vangelo secondo Luca le beatitudini sono quattro e risultano differenti dalla versione di Matteo, che ne contiene nove. In Luca sono espresse alla seconda persona plurale, indirizzate direttamente ad ascoltatori presenti nell’uditorio di Gesù e indicano una situazione concreta come la povertà, la fame, il pianto, la persecuzione; le beatitudini secondo Matteo mettono invece in risalto le condizioni spirituali dei beati, quali la povertà di spirito, la mitezza, …

Continua la lettura di Parole brucianti

La fedeltà miracolosa

Ormai non sono più addetti alla barca, alla pesca, al loro mestiere, ma tutte queste cose sono abbandonate per sempre sulla riva del lago. Ora Simone e gli altri hanno detto il loro il “sì”, l’“amen” al profeta e Signore Gesù, affidabile e dunque autorevole. Hanno preso la decisione: vale la pena seguirlo e fondare la propria vita sulla sua parola.

Luca ha utilizzato la metafora della pesca – come accade altre volte nei vangeli – per dirci una cosa semplice: quando Gesù chiama, trasforma quello che facciamo, e questa trasformazione richiede un abbandono di ciò che eravamo e una novità di vita, di forma di vita, nel futuro che si apre davanti a noi.

Continua la lettura di La fedeltà miracolosa